INCHIESTEAll Posts

Ombrina Mare, l’Abruzzo sta commettendo un errore. Verso i suoi giovani e verso l’Italia

paesaggio_natura

Londra – Ombrina Mare. Perchè l’Abruzzo dice no?
In queste ultime settimane una raffica di iniziative rivolte a fermare il progetto della Medoilgas.
Perchè c’è chi dice che sia una raffineria in mare, altri perchè hanno paura dell’inquinamento, altri perchè sostengono che l’Abruzzo diventerebbe polo di estrazione di petrolio e gas, petrolio che deve essere desolforato.

Perchè gli ‘Impianti estrattivi e processo di desolforazione comportano un grave peggioramento della qualita’di aria, acqua e terreno, che minano il cuore di territorio, ambiente e paesaggio, alla base di un’agricoltura di qualita’e di un turismo in pieno sviluppo”.

Intanto però i giovani abruzzesi lasciano i loro paesi, le loro famiglie, i loro amici, i loro amori ed emigrano non in altre località italiane ma all’estero.

Londra, Barcellona, Berlino, le città più gettonate.

Ogni giorno conosco a Londra sempre di più giovani laureati abruzzesi nelle più svariate discipline che lavorano come lavapiatti nei ristoranti pakistani o indiani o come commessi in gelaterie o negozi di abbigliamento.

Il sapere italiano sta emigrando. La voglia di lavorare sta emigrando. I dati ufficiali non registrano questo fenomeno perchè i giovani non si iscrivono all’Aire (Associazione Italiani Residenti all’Estero) presso il Consolato di appartenenza.

E risultano ancora in carico ai comuni di provenienza.

Invece di proposte ricche di belle parole ma vuote di contenuti… la qualità dell’aria dell’acqua e del terreno, ambiente e paesaggi deturpati e con un’agricoltura di qualità e un turismo in crescita.
Ma quanto sono gli euro in tasca dei giovani?

Quanti giovani laureati lavorano nell’agricoltura o nel turismo 12 mesi all’anno?

Nossignori la crescita significa mettere nelle tasche dei cittadini e dei giovani denaro contante.

Il Presidente Chiodi dovrebbe valutare anche questo aspetto prima di dichiarare guerra ad Ombrina Mare.

Se l’Abruzzo diventasse il polo italiano del petrolio e del gas che male è?

Si tratta di lavoro, si tratta di interesse nazionale, si tratta di essere concreti e realisti e non sognatori.

Se ci sono delle iniziative imprenditoriali, che ben vengano, sono posti di lavoro, sono giovani che non andranno via.

Per questo secondo me Ombrina Mare è un’occasione da non perdere.

Chi la vuol perdere è chi ha un posto di lavoro in un ente pubblico e sicuro di non essere licenziato.

Chi la vuole abita a Londra o Berlino, lavora 14 ore al giorno in uno Starbucks e rischia ogni giorno il posto di lavoro.
Dopo anni di studio, di duro studio.

Riccardo Cacelli
Cacelli Management & Consulting Ltd

Lascia un commento

Message:

Name: *