NewsAll Posts

Emergenza ambientale in Abruzzo, sversamento da una piattaforma. Allarme subito rientrato

rospo

Londra -Emergenza ambientale è scattata l’altra notte in mare ad una ventina di chilometri al largo tra Vasto e Termoli per l’avvistamento di una chiazza oleosa in una superficie di circa 20 metri per 60 in prossimità della “nave serbatoio” della piattaforma petrolifera “Rospo Mare b”.

Non è stato accertato se fosse petrolio, molto probabilmente si, perchè i controlli in mare e dal cielo della Guardia costiera non hanno più rilevato la presenza della chiazza.

Scomparsa, dispersa dalle correnti, assorbita, forse, dalle panne galleggianti che sono subito state collocate intorno all’area.

La chiazza, tuttavia, formata da circa mille litri di idrocarburi, ha fatto immediatamente pensare a una perdita delle tubature sottomarine che collegano “Rospo Mare b” (92 milioni di barili di petrolio fin dal 1982) alla nave di stoccaggio “Alba Marina” ancorata in forma permanente a 12 miglia dalla costa.

La stessa Eni, che gestisce la piattaforma per conto della Edison, si era accorta alle 22,30 di martedì notte, della presenza della macchia vicino alla nave, e aveva dato immediatamente l’allarme e sospeso per precauzione l’attività di estrazione.

Lascia un commento

Message:

Name: *