NewsAll Posts

Affondamento petroliera Erika: Total civilmente responsabile del disastro.

mv-erika-1999

Londra – La più alta Corte francese ha confermato ieri la condanna contro Total per il disastro ambientale provocato alle coste della Bretagna dall’affondamento della nave Erika, il 12 dicembre 1999, mentre trasportava 30 mila tonnellate di petrolio.

Successe che durante una tempesta l’imbarcazione si spezzò in due, naufragando al largo del golfo di Guascogna e inquinando una vastissima area di costa.

Morirono decine di migliaia di animali e disastrosi effetti sull’ecosistema che ancora oggi, dopo 13 anni, sono ben visibili.

La petroliera, di proprietà dell’armatore Giuseppe Savarese, era stata noleggiata dalla Total per 25 anni. Ma il colosso petrolifero, secondo l’accusa, non avrebbe mai adempito ai compiti di manutenzione.

Questa sentenza farà rifletetre sul trasporto marittimo del petrolio, soprattutto nel Mediterraneo.

Meno superpetroliere in circolazione, meno rischi. Per fare questo, costruiamo piattaforme petrolifere.
Un famoso proverbio cita. “Con una fava, prendiamo due piccioni” ovvero…
utilizziamo le nostre risorse con le piattaforme petrolifere: vivremo senza essere ricattati dall’estero e con meno navi in circolazione.

Riccardo Cacelli
Cacelli Manamengent & Consulting Ltd

Lascia un commento

Message:

Name: *